Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Presentazione del numero monografico della rivista “Annali di Storia dell’educazione e delle istituzioni scolastiche”

Il 16 agosto 2016 alle 18.00, nella sede dell’Istituto Italiano di Cultura di Città del Messico, avrà luogo la presentazione del numero monografico che la rivista “Annali di Storia dell’educazione e delle istituzioni scolastiche” (casa editrice La Scuola di Brescia), dedica alla storia dell’educazione in Messico: Scuole, maestri e pedagogie nel Messico prima e dopo la rivoluzione.
La pubblicazione di questa monografia da parte di una prestigiosa casa editrice italiana, con contributi in italiano e in spagnolo, è una testimonianza della qualità e vivacità degli scambi culturali che stanno sempre più caratterizzando i rapporti tra l’Italia e il Messico. È per questo che l’Istituto Italiano di Cultura è lieto di promuovere e ospitare tale evento.
Come osservano Massimo de Giuseppe e Graciela Fabián Mestas, curatori del volume, «la costruzione delle istituzioni scolastiche e degli impianti pedagogici e formativi è diventata una delle tematiche portanti del discorso nazionale, liberale prima, rivoluzionario poi», oltre a rappresentare «uno dei grandi temi di affermazione e legittimazione dei governi postrivoluzionari…».
Gli autori del volume – italiani, messicani, spagnoli e colombiani impegnati in ambiti disciplinari diversi -, compongono un affresco che permette una lettura unitaria della complessa e non lineare storia dell’educazione in Messico, che è anche stata storia della costruzione della nazione: dalle riforme di Gabino Barreda e Justo Sierra nella seconda metà del XIX secolo, alla ridefinizione della presenza cattolica nell’età porfiriana per mezzo di una nuova rete di istituzioni scolastiche diffuse in tutta la repubblica; dalla creazione della SEP nel 1921 – nata con l’obiettivo esplicito di sostituire i sacerdoti con i maestri in tutti i villaggi della nazione -, alla scoperta delle radici indigene del paese, con la conseguente produzione di un indigenismo di Stato che rappresenta un unicum nella storia contemporanea latinoamericana; fino ad arrivare ai progetti educativi pilota lanciati dall’Unesco in Messico a partire dal 1948, con il fine di ridefinire l’idea dell’educazione di base in contesti rurali particolarmente poveri.
Massimo de Giuseppe, Hilda Iparraguirre Locicero e Federico Lazarín Miranda ne parleranno nella sede del nostro Istituto. Il tema, affrontato in una prospettiva storica di lungo periodo, è quanto mai attuale e la riflessione a più voci che ospiteremo rappresenta anche un contributo al dibattito in corso sulla riforma educativa avviata in Messico nel 2012-2013.

  • Tag:
  • N